Questo è uno spazio in cui raccoglierò una parte del mio mondo, quello dedicato alla mia passione per la cucina, in generale.
Sarà sempre in divenire perchè sono sempre alla ricerca della variante, del meglio... di altro.

Luisa

lunedì 28 febbraio 2011

Maccheroni all'anatra di S. Jacopo

La particolarità di questa preparazione, oltre al nome del formato di pasta, è quella di servire un piatto che è primo e secondo allo stesso tempo, un piatto davvero ricco e importante per la Festa del Patrono S. Jacopo.

La ricetta è tratta dal libro "La Cucina Pistoiese" Autore Luciano Bertini, ED. Libreria dell'Orso.

INGREDIENTI
(4 persone)

1 anatra muta di circa 2 kg
400 gr maccheroni freschi
1/2 costa sedano
1 rametto rosmarino
500 gr pomodori pelati
2 spicchi aglio
3 carote
3 cipolle (rosse)
sale, pepe
olio extravergine di oliva
1 bicchiere vino bianco

pecorino grattugiato

PROCEDIMENTO

Spezzare l'anatra in pezzi abbastanza grossi, avendo cura di pulire bene fegato e interiora.
Fate rosolare nell'olio il rosmarino, l'aglio, il sedano, le carote e le cipolle.
Appena le verdure prendono colore unite l'anatra e, quando iniza a rosloare, unite le interiora e il fegato.

Aggiustate di sale  epepe e sfumate col vino..

Versate i pomodori e eventualemnte anche un po' di acqua calda.

Cuocete alemno un'ora e mezzo facendo attenzione che non asciughi troppo, aggiugete eventualemnte altra acqua calda.

Quando l'anatra è cotta togliete i pezzi più belli e teneteli da parte insieme a metà del sugo ottenuto..
Disossate gli altri pezzi e tritateli con le verdure, il fegato e le interiora, in modo da ottenere un sugo ben amalgamato.

Cuocete i maccheroni e versateli nel tegame del sugo.

Mescolate ben bene e spolverizzate con il pecorino grattugiato.

CONSIDERAZIONI

Io li ho mangiati solo una volta, cucinati da un vecchio cuoco-contadino, ancora me li ricordo. E' davvero fondamentale partire da una ottima anatra muta.

Se poi vi capita l'occasione di avere una lepre, seguendo lo stesso procedimento otterrete un piatto fantastico!

5 commenti:

VipeRina ha detto...

Ho l'acquolina in bocca!!! Una domanda: l'anatra va spellata e privata del grasso prima di cuocerla? Grazie mille.

Dana ha detto...

Ricetta interessantissima ma qui l'anatra proprio non la vendono. Mi dispiace non poter ripetere piatti come questo!

ornella ha detto...

Un piatto veramente stupendo, magari si potesse trovare facilmente anche qui un'anatra muta! I sapori della tradizione sono sempre i migliori! Ciao!

Jul e Mo ha detto...

Che manna! Per me che adoro l'anatra è una ricetta da provare di sicuro! E poi da riprovare con lepre, come da consiglio...grazie!!
Moreno

Luvi ha detto...

l'anatra non va spellata e se mai va tolto solo il grasso che si accumula sotto pelle solo se è abbondante.

in effetti la ricetta sarebbe da fare con anatre che si "conoscono" non acquistate in negozio...

Jul e Mo, se provate la ricetta poi ce lo raccontate?!

Grazie :)