Questo è uno spazio in cui raccoglierò una parte del mio mondo, quello dedicato alla mia passione per la cucina, in generale.
Sarà sempre in divenire perchè sono sempre alla ricerca della variante, del meglio... di altro.

Luisa

martedì 17 novembre 2009

Crema Gianduia



Ecco al prima ricetta imparata al Corso alla Scuola di Cucina di CasArtusi a Forlimpopoli IRIS il sapore di Firenze, Barbara Golini

CREMA GIANDUIA

INGREDIENTI

500 gr cioccolato fondente o al latte
500 gr zucchero a velo
500 gr nocciole e mandorle tostate
50 gr burro

PROCEDIMENTO

Ridurre in polvere le nocciole/mandorle. Fondere il cioccolato poi aggiungere il burro. Incorporate quindi gli altri ingredienti uno alla volta: prima lo zucchero a velo, poi la farina di nocciole/mandorle.
Amalgamando il tutto molto bene: otterrete una crema densa che potrete splamare o usare come ripieno per i vostri cioccolatini o ingrediente per preparazioni quali ad esempio la Torta Cecco.

CONSIDERAZIONI

Ho preparato una dose leggermente inferiore, utilizzando cioccolato fondente al 70% e solo nocciole tostate.
La mia farina di nocciole non era perfetta e quindi la crema finale non è "liscia" completamente. Ero di corsa, la prossima volta proverò a mettere la frutta secca prima in congelatore, in modo da riuscire a polverizzarla meglio, limitando la fuoriuscita di grassi mentre le lame del mixer lavorano.

Il sapore.. beh che dire, è da golosoni, è densa...una parente della mitica Nutella.. ma forse migliore. Poi vi racconterò com'è se fatta con farina mista anche più fine.

CONSIDERAZIONI 2

Oggi ho provato a fare dei mini tartufini con questa crema che ho conservato a temperatura ambiente in un vaso di vetro chiuso.
La pasta di gianduia è consistente ma davvero duttile. Ho formato le palline velocemente senza sporcarmi, poi le ho tuffate in una ciotola dove c'era lo zucchero a velo.
Lo zucchero ha ben aderito. Ora li ho messi in frigorifero per testare sapore e consistenza se tenuti al freddo.

CONSIDERAZIONI 3

Con l'ultimo fondo di vasetto di questa crema ho fatto una prova consistenza mettendola in frigorifero, lavorandola brevemente a "mattoncino". L'ho poi tagliato a fettine. Ottimo davvero friabile ma duro. Una base perfetta per fare anche cioccolatini coperti, senza stampo, semplicemente bagnandoli in cioccolato fuso temperato, raffreddati a temperatura ambiente.

Ricordate il cioccolato è nemico del frigorifero perchè è nemico dell'umidità.

CONSIDERAZIONI 4

Ho rifatto la ricetta, partendo sempre da

200 gr cioccolato fondente al 50%
200 gr zucchero a velo
200 gr nocciole tostate
20 gr burro

A questo giro ho usato un mixer grosso a lame e ho frullato ad alta velocità le nocciole con lo zucchero a velo per diversi minuti, ho poi sciolto bene a microonde il cioccolato a cui ho aggiunto il pochissimo burro.
Ho quindi colato il cioccolato fuso caldo con il burro nel mixer e ho riavviato. Ho frullato ad alta velocità per diversi minuti finchè la crema è diventata lucida e fluida.
Perfetta consistenza da spalmare. A seconda dell'uso e del desiderio le prossime volte sceglierò se più o meno granulosa.



14 commenti:

Clementina ha detto...

Buona, è da provare! Grazie

Manu ha detto...

Ciao
questa crema mi sembra veramente fantastica ............ mi manca il cioccolato fondente altrimenti la proverei subito .......... io per la cioccolata in tutte le sue forme non so cosa farei

smack Manu

ilcucchiaiodoro ha detto...

La ricetta spira molto peccato non vederla già immortalata...

Luvi ha detto...

Appena la fai dammi le tue impressioni soprattutto se riesci ad ottenere una farina di nocciole finissima...per me così densa per farcire cioccolatini o fare tartufi è fantastica! :D

Luvi ha detto...

purtroppo fotografare la cioccolata è davvero difficile... avevo fatto due foto ma una volta viste non rendevano assolutamente col paragone col reale.. quindi non le ho messe...:D

Maurice Green ha detto...

Ho preso la ricetta al volo perchè spesso la faccio con dosi ed ingredienti diversi , ma voglio provare anche questa.
Io le nocciole le passo al macinacaffè o nel Bimby finchè fuoriesce l'olio e diventa una specie di pasta.
Ho un'unica domanda : secondo te se si usa cioccolato al latte non è il caso di ridurre lo zucchero ?

Luvi ha detto...

Maurice mi racconti al tua ricetta? Io ho usato un mini mixer a lama... proverò con uno più grande, non ho bimbi o macinacaffè... io ho riportato la ricetta come mi è stata data, mi sa che usando cioccolato al latte la dose di zucchero sarà da diminuire... con quello fondente al 70% come ho usato io è perfetta.

Maurice Green ha detto...

Questa è la ricetta che ho trovato su coquinaria:
90 gr. di nocciole tostate
150 gr. di zucchero
100 gr. di cioccolato fondente
100 gr. di cioccolato al latte
200 gr. di latte
90 gr. d’olio di semi
Procedimento:
Polverizzate le nocciole e lo zucchero per 2 minuti a vel. Turbo.
Tritate il cioccolato per 30 sec. a vel. 5, aggiungete il latte e l’olio e cuocete 5 min. 50° vel. 4. Omogeneizzate un minuto a vel. Turbo e via nella scatolina

Luvi ha detto...

nella ricetta che proponi c'è una cottura... ..

La Gaia Celiaca ha detto...

ma allora mi tenti... anche questa senza glutine!!!

Maurice Green ha detto...

questa lavorazione fatta nelle ultime considerazioni mi fa proprio gola. smaltiti i dolci natalizi mi sa che la provo e ti faccio sapere.

Luvi ha detto...

:D

Maurice Green ha detto...

ho fatto la tue crema gianduia frullando bene bene gli ingredienti (utilizzando il bimby )e devo dire che mi è venuta un'ottima crema lucida e buonissima.
L'unica cosa che ho notato è la consistenza e la prossima volta provero' ad aggiungere dello sciroppo di glucosio sciolto nel cioccolato che ho letto su gennarino funziona da addensante.....

Luvi ha detto...

cosa non ti "torna" nella consistenza? Poi mi/ci racconti le eventuali modifiche con il glucosio? grazie :D