Questo è uno spazio in cui raccoglierò una parte del mio mondo, quello dedicato alla mia passione per la cucina, in generale.
Sarà sempre in divenire perchè sono sempre alla ricerca della variante, del meglio... di altro.

Luisa

domenica 25 ottobre 2015

Dolce: Monte Bianco

Questo dolce fa parte dei ricordi dei dolci delle Feste fatti in famiglia a fine anni '70. Ricordo ancora il pomeriggio di lavorazione con la mamma e mio fratello e la soddisfazione del risultato finale, molto scenografico.
Lo facemmo una sola volta...

Da qualche tempo mia figlia Clara voleva provare a farlo. Quest'anno le castagne sono più facili da trovare e buone.
La ricetta nasce dall'unione di diverse trovate on line.

INGREDIENTI

1 kg di castagne sbucciate*
700g latte
170g zucchero semolato
1 stecca di vaniglia

30g cacao amaro
2 cucchiai Rum
1 pizzico sale

DECORO
500g panna fresca da montare
30g zucchero a velo
scaglie di cioccolato fondente al 62%

PROCEDIMENTO

Preparate le castagne (*dovranno essere almeno 1,5kg con la buccia) tagliandole leggermente incidendo la buccia su un lato. Cuocetele 10 minuti in pentola a pressione mettendo acqua fino a coprirle a velo.
Scolatele e mantenetele coperte mentre le sbuccerete tutte.

Mettete in una pentola il latte, le castagne, lo zucchero semolato e la stecca di vaniglia aperta. Fate bollire per 20 minuti.

Scolate le castagne tenendo il liquido da parte.
Passate le castagne al passaverdura poi mettete la polpa in una ciotola e la parte liquida (in un altro contenitore) in frigorifero a raffreddare per una mezz'ora.

In una ciotola mescolate la polpa di castagna passata con il cacao amaro e il rum e aggiungete un po' del liquido di cottura per ottenere una consistenza non troppo densa (ma neanche troppo cremosa: dovrà essere come una patata lessa densa).

Prendete un ampio piatto di portata della dimensione di un piatto da pizza. Utilizzando lo schiaccia patate passate il composto premendo e formando dei lunghi "spaghetti" di composto alla castagna che si adageranno a nido sul grande piatto.

Mettete il piatto in frigorifero e montate la panna con lo zucchero a velo. Mettete la panna in un sac a poche con una bocchetta a stella.

Prendete il piatto con il "monte" di castagne e partendo dal basso, ruotandolo formate tante piccole rosette di crema, giro dopo giro proseguendo verso l'alto fino a coprirlo completamente o lasciando una piccola sezione libera  nella parte intermedia.


Decorate a piacere con le scaglie di cioccolato fondente.

Mette il dolce in frigorifero e servite a cucchiaio.

CONSIDERAZIONI

Potete usare castagne o marroni, in ogni caso per ottenere 1 kg di polpa dovrete lessare almeno 1,5 kg di frutti. Le castagne sono più piccole e più difficili da sbucciare.
La panna andrà montata molto stabile e un o dei trucchi per renderla tale è montarla all'inizio, non troppo velocemente.

La panna montata potrebbe sembrare troppo abbondante  ma è la giusta quantità in rapporto al volume di crema di castagne. Se non la volete utilizzare tutta per il decoro tenetela da parte per aggiungerla quando farete le porzioni.
Mia figlia Clara ha fatto tutto il dolce e non ricordandomi quale era la consistenza giusta del composto prima di passarlo allo schiaccia patate abbiamo usato un composto un po' troppo denso.
Fate una prova e se al passaggio allo schiaccia patate gli spaghetti di castagne si spezzano e sono poco plastici aggiungete un po' di liquidi al latte e mescolate il tutto nuovamente.

Il dolce è buono appena fatto ma è buonissimo anche dopo un paio di giorni nonostante la panna montata perchè in realtà la panna non si smonta.
Originali consistenza, profumi e perfetti gli abbinamenti nella loro semplicità.

Se vi spaventa questa dose provate con metà, questo dolce va fatto almeno una volta nella vita!



8 commenti:

ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиαஓ ha detto...

Lo adoro non l ho mai fatto ma e vero bisogna farlo una volta nella vita..
Lia

stefaniamilani ha detto...

Ciao Luisa...bravissima Clara.....Anche io l'ho fatto una sola volta nella mia vita ed ero appena sposata....Ho dovuto però, mangiarlo per tre giorni...ahahahahh! Hai dimenticato lo zucchero: lo aggiungi al latte e alla vaniglia quando fai bollire le castagne?

andreea manoliu ha detto...

Che buono questo dolce, l'avevo fatto l'anno scorso ed è andato a ruba. Buon inizio di settimana !

Luisa Ghetti ha detto...

Grazie Stefania, ho aggiunto lo zucchero nella descrizione della ricetta ...

Byte64 ha detto...

Un dolce fantastico, hai fatto bene a farmelo tornare in mente, è già passato qualche anno dall'ultima volta in cui lo feci.

Ciao!
Tlaz

Luisa Ghetti ha detto...

Tlaz! Ma tu che ricetta usi? :)

Byte64 ha detto...

Quella "vecchia" che misi nel mio blog anni fa...

http://www.tlazolcalli.it/2007/11/monte-bianco.html

Mi sa che la rifaccio a breve così rifaccio delle foto almeno decenti.

Ciao

Luisa Ghetti ha detto...

Grazie :)