Questo è uno spazio in cui raccoglierò una parte del mio mondo, quello dedicato alla mia passione per la cucina, in generale.
Sarà sempre in divenire perchè sono sempre alla ricerca della variante, del meglio... di altro.

Luisa

sabato 28 giugno 2014

Crema estiva fredda di cavolfiore con calamari

Eccovi un'altra crema fredda dalla raccolta di creme estive della rivista La Cucina Italiana, giugno 2001.
Ho seguito alla lettere la ricetta ma ho ottenuto una crema leggermente più liquida di quella fotografata nella rivista: dose perfetta per 4 con 2 mestoli grandi a persona.

INGREDIENTI
(4 persone)

800g brodo di pesce (brodo vegetale)
300g cavolfiore mondato
160g calamari puliti (400g congelati)
50g cipolla (rossa)
4 pomodori secchi sott'olio
Porto bianco per sfumare (Cognac)
sale, pepe qb
poco prezzemolo fresco
poco olio evo

PROCEDIMENTO

Soffriggete in una pentola con olio extravergine di oliva , la cipolla tagliata finemente e il cavolfiore a cimette.
Sfumate con il Porto e aggiugete il brodo di pesce.
Cuocete a fiamma viva per 20 minuti, assaggiate per aggiustare eventualmente di sale e pepe e poi frullate il tutto al mixer a lame.
Fate raffreddare completamente la crema, in frigorifero. Poco prima di servire saltate in padella , con pochissimo olio e poco prezzemolo fresco, i calamari. saranno cotti e coloriti in pochi minuti.
Servite decorando con i pomodori secchi tagliati a pezzetti e i calamari.

CONSIDERAZIONI

Non avevo brodo di pesce e mi sono accontentata di un brodo vegetale. Non avendo porto ho sfumato con un buon Cognac.
Come anticipato la mia crema non era molto densa ma i sapori erano ottimi: freschi e delicati, profumati e originali.

Probabilmente dovevo cuocere a fiamma più viva. La prossima volta aggiungerò un po' più cavolfiore oppure metterò un po' alla volta la parte liquida fino alla giusta consistenza.
Ricordate di cuocere pochissimo i calamari per mantenere la loro morbidezza e delicatezza.
Li potrete aggiungere alla crema interi come ho fatto io o tagliarli a striscioline.
Per creare una piacevole rigatura inserite (e mantenete) la punta di un grande coltello dentro a ciascun calamaro poi procedete a inciderlo su un lato (con un altro coltello) con tanti tagli paralleli profondi. in cottura si aprirà e arriccerà.


3 commenti:

andreea manoliu ha detto...

Mi piace molto !!! Claudia

Luisa Ghetti ha detto...

poi quando la fai , se ottieni una maggiore intensità ci racconti come. :)

Carmine Volpe ha detto...

devo dire una bella idea mettere insieme cavolfiore e pesce, si abbinano molto bene un gran bel piatto