Questo è uno spazio in cui raccoglierò una parte del mio mondo, quello dedicato alla mia passione per la cucina, in generale.
Sarà sempre in divenire perchè sono sempre alla ricerca della variante, del meglio... di altro.

Luisa

martedì 18 novembre 2008

Gnocchi del Casentino


gnocchi del Casentino, inserito originariamente da fugzu.

La ricetta arriva dal volume della raccolta "La Cucina Italiana, vol.4, Toscana" Ed. La Repubblica.
INGREDIENTI
(4 persone)

200 gr spinaci freschi
200 gr ricotta
2 uova
noce moscata
sale, pepe
100 gr farina (io ne ho messo 200gr)
30 gr pecorino toscano grattugiato

CONDIMENTO
burro
salvia
parmigiano

PROCEDIMENTO

Ho lavato le foglie di spinaci frssche, le ho scolate e tagliate grossolanamente lasciandole umide. Le ho slatate qualche minuto in padella con il coperchio lasciandole al dente.
Le ho poi strizzate e tritate finemente.

Ho mescolato in un recipiente: la ricotta, il pecorino, le uova, sale, pepe e noce moscata, poi ( nel frattempo si erano raffreddati) hoa ggiunto gli spinaci tritati.
Per ultimo ho aggiunto la farina e, forse perchè la mia ricotta era molto molle, ho dovuto aggiugere altri 100 gr di farina.

Ho ottenuto un impasto abbastanza morbdio: ho infarinato una spinatoia e formato tante palline poco più piccole di una noce.

Ho cotto in acqua salata e tolto con una schiumarola,una volta che le palline con il primo bollore sono venute a galla.

Ho condito con burro e salvia.

CONSIDERAZIONI

La dose è perfetta per 4 persone, volendo la salvia si può mettere intera perchè altrimenti il piatto è troppo uniforme nei colori e nelle consistenze. Forse si potrebbe provare a fare le palline più piccole ma anche così (dimensione simile alla foto della ricetta) sono davvero buone. Pur avendo duplicato la dose della farina, dopo al cottura non si sente e gli gnocchi mantengono forma e leggerezza. Li rifarò sicuramente.

6 commenti:

sweetcook ha detto...

Fame, fame, famissima:D
Che buoni!!

Milù ha detto...

Se non sbaglio vengono chiamati anche "ignudi", sono buonissimi e anch'io li preferisco conditi semplicemente con del burro. Ciao

marcella candido cianchetti ha detto...

sono ottimi ,non sono quelli che chiamano gli ignudi? buona giornata

Gunther ha detto...

non importa da dove arriva, è bello sapere che lo hai scelto e fatto tu e hai un avuto un ottima idea nel proporcelo

Luvi ha detto...

gli "ignudi" penso siano di forma leggermente allungata e schiacciata... non so se in quelli ci va la farina... comunque questi a noi sono piaciuti davvero.

Luvi ha detto...

Gunther..:D
ormai avrete capito che come nella mia cucina.. qui vi propongo solo le cose buone che per me significa.. quello che piace a me e ai miei familiari.. è un po' restrittivo.. ma la vita è troppo vasta.. è fatta di scelte!:D