Questo è uno spazio in cui raccoglierò una parte del mio mondo, quello dedicato alla mia passione per la cucina, in generale.
Sarà sempre in divenire perchè sono sempre alla ricerca della variante, del meglio... di altro.

Luisa

lunedì 23 aprile 2012

Torta di ricotta e semolino con mandorle sfogliate

Eccovi una variante di una torta già pubblicata poco tempo fa: in questo caso ho sostituito i canditi con scaglie di mandorle e ho diminuito la dose regolandola con i 200g di ricotta che avevo.

Il risultato un dolce piccolo, un po' più alto e per me ancora migliore.
L'abbiamo gustato semplice con zucchero a velo oppure con salsa di cioccolato fatta in casa o sciroppo di arancio.

INGREDIENTI

(tortiera a cerniera di circa 20 cm di diametro)

100g semolino
200g ricotta
1 uovo intero + 1 tuorlo
1 cucchiaino burro
80g mandorle a scaglie
un pezzo di buccia di limone
80 g zucchero semolato
400g latte intero
1 cucchiaio e mezzo di Rum

zucchero a velo per o spolvero poco prima di servire

PROCEDIMENTO

Portate a bollore il latte con la buccia di limone e il burro. Appena arrivato il bollore togliete la buccia e iniziate a versare a pioggia il semolino, mescolando con una frusta. Dopo pochi minuti spegnete e versate il semolino in un'altra ciotola per facilitare il raffreddamento.
Nel frattempo sbattete le uova con lo zucchero, aggiungete la ricotta e il Rum mescolando con una frusta.
Aggiungete al composto con le uova il semolino ormai intiepidito mescolando bene il composto. Per ultimo incorporate con una spatola le mandorle a scaglie.

Foderate il fondo di uno stampo a cerniera con un disco di carta da forno, versate il composto e infornate in forno già a temperatura, a 170°C ventilato, cuocendo per 40 minuti.
Prima di sfornare fate la prova stecchino per capire se l'interno non è più umido.
Lasciate intiepidire un quarto d'ora e sformate.
Spolverate con zucchero a velo poco prima d servire.
CONSIDERAZIONI

Questo dolce mi fa impazzire, non è troppo dolce, è facile e veloce da fare. Ha una consistenza unica, non stanca: dopo la prima fetta ti viene voglia di quella successiva.
Le mandorle a scaglie messe all'interno ci stanno benissimo: danno un minimo di croccantezza senza prevalere mantenendo un sapore delicato. Agli appassionati di frutta secca consiglierei di fare un mix di frutta secca tritata grossolanamente ma mantenendo la dose indicata, in questo caso, per le mandorle.

CONSIDERAZIONI 2

L'ho rifatta anche in versione "scura" al doppio cioccolato: sinceramente non saprei quale delle due mi piace di più.

6 commenti:

Giovanna ha detto...

Si vede dalle foto che é buonissima la tua torta, ho voglia di provarla!

Simona Mastantuono ha detto...

semplicemente divina perfetta mi ci tufferei subito

Ilaria ha detto...

mi attira moltissimo questo dolce, mi ricorda, non so perchè 8forse la consistenza?) la torta di riso. se è poco dolce poi ancora meglio! provo, provo

Luvi ha detto...

:)... Ilaria in effetti nelle consistenze e sapore ha qualche parentela con quella di riso.. poi mi dite quando 'avrete fatta?! ;)

Ilaria ha detto...

è in forno!!!! domani ti mando la foto.. baci e buona serata!

Luvi ha detto...

:)