Questo è uno spazio in cui raccoglierò una parte del mio mondo, quello dedicato alla mia passione per la cucina, in generale.
Sarà sempre in divenire perchè sono sempre alla ricerca della variante, del meglio... di altro.

Luisa

venerdì 22 agosto 2008

Galactoboureko: dolce greco con semolino e pasta fillo


galactoboureko, inserito originariamente da fugzu.

Ecco un omaggio alle vacanze appena trascorse, a Creta e ai bei momenti con la famiglia e gli amici.
Mi sono stati regalati 2 pacchetti di semola con tanto di ricette in greco ma purtroppo non avevo preso appunti quando JM me le ha tradotte ... quindi ho provato, pesando e apportando piccole modifiche, questa ricetta trovata sul forum di Gennarino.


INGREDIENTI

Per 20 persone (teglia grande da forno)

6 tazze di latte (220 gr x 6 = 1320 gr)
1 tazza di semolino (174 gr)
3 cucchiai e mezzo di farina (30 gr)
3 tazze di zucchero (1 tazza = 182 gr)
un pizzico di sale,
6 uova,
1 cucchiaino da té di estratto di vaniglia (2 baccelli di vaniglia),
1 cucchiaio di burro
12 sfoglie di pasta fillo (2 confezioni Buitoni: 6 sfoglie x 2),
3/4 di tazza di burro fuso e caldo (quello necessario per spennellare gli strati),
1 tazza d'acqua,
la buccia di 1 limone od arancia ( la buccia grattugiata di 1 limone),
1 cucchiaio di brandy o cognac (1 cucchiaio di succo di limone)

PROCEDIMENTO

In una pentola grande, portare il latte con il cucchiaio di burro (a cui avrete aggiunto i due baccelli di vaniglia aperti e i semi grattati) ad ebollizione lentamente senza farlo fuoriuscire.
Nel frattempo setacciare insieme, il semolino, la farina, 1 tazza di zucchero e aggiungeteli pian piano al latte (a cui avrete tolto i baccelli), mescolando costantemente, con un cucchiaio di legno. Cuocere lentamente a calore medio finchè il composto si sia raddensato e inizia a bollire.
Togliere dal fuoco.
Sbattere a parte le uova con il pizzico di sale con una frusta elettrica ad alta velocità, aggiungere 1/2 tazza di zucchero e continuare con le fruste finchè sarà spesso e soffice, per circa 10 minuti.
Aggiungere le uova così preparate al composto caldo tolto dal fuoco, trasferite il tutto in una ampia ciotola e far raffreddare.

Rivestire con un ampio foglio di carta forno inumidito e strizzato, una teglia rettangolare e coprire il fondo con 7 sfoglie di pasta fillo (usate una confezione + 1 foglio), imburrando generosamente tra una fetta e l'altro accertandosi che alcuni fogli ricoprano i bordi lateralmente. Versare il composto raffreddato (anche solo tiepido) sopra la pasta fillo.
Piegare leggermente verso l'interno i bordi e spennellateli con burro fuso poi ricoprire con le rimanenti 5 sfoglie imburrando tra l'una e l'altra e su tutta la superficie.
Con un coltello molto affilato (io ho usato una lama in ceramica), incidere solo la superficie della pasta fillo a forma di rombi, stando attenti a non incidere la crema sottostante.

Mettere la teglia nel forno a calore moderato 180°ventilato per 30 minuti, poi abbassare a 170°C cuocere per altri 15 minuti poi coprite con un foglio di carta forno e continuate la cottura per altri 15 minuti in modo che anche lateralmente sia dorato, finchè tutta la superficie non sarà croccante e dorate e la crema solida.

Nel frattempo bollire per 5 minuti 1 tazza e mezzo di zucchero con 1 tazza d'acqua, alla quale saranno aggiunte le bucce grattugiate di limone. Se piace aggiungere alla fine questo punto un cucchiaio di brandy o cognac: io ho aggiunto solo un cucchiaio di succo di limone.

Sfornare il dolce e sistemarlo su un piatto adeguato alla forma rettangolare. Versare aiutandosi con un pennello o con 1 cucchiaio lo sciroppo freddo sul dolce insistendo particolarmente sui bordi. Far raffreddare bene prima di tagliare. Conservare in frigo.


CONSIDERAZIONI

Davvero buono e delicato. Le dosi sono per un dolce grande ma la preparazione è tutto sommato semplice e veloce.

CONSIDERAZIONI 2

Ho rifatto ancora questo dolce e mi piace davvero tanto . Eccovi però la ricetta stampata sul sacchetto greco di semola. Ancora non l'ho provata ma se qualcuno di voi la testa ..poi mi racconta?

Grazie.

GALAKTOBUREKO

1 tazza di semolino fino
450g di pasta fillo
7 tazze di latte
1 tazza di burro
1 tazza di zucchero
Estratto di vaniglia
6 uova

Pasta fillo sotto e sopra, semolino nel mezzo...
200° x 45 minuti

Sciroppo:
Bollire per 10 minuti
1 tazza e mezza di acqua
2 tazze di zucchero
Succo di 1 limone

7 commenti:

Serena ha detto...

Per me che non sono ancora stata in grecia, questo dolce è stato una scoperta avendolo assaggiato recentemente fatto da un amico appassionato di ricette e cultura greca.
Il tuo è bello e sicuramente molto buono e mi incoraggia a provare a farlo... mi butto?...
:)

Luvi ha detto...

Buttati, è una di quelle preparazioni che "spaventa" leggendola e assaggiandola ma che poi è davvero semplice nella preparazione... ricordati che la dose è per molte persone.. io proverò a surgelarne un po' di quella avanzata.. non so come sarà poi...
non ti consiglio di dimezzare le dosi perchè è perfetta per una cottura intera.
Mi fai sapere?

Jean-Michel ha detto...

Complimenti!
Ma potevi aspettare che traducessimo la ricetta della confezione...sembrava buona!
Lo faremo, dai...

:)))

Luvi ha detto...

intanto ho fatto una prova "pesando" le tazze che servono come unità di misura... poi c'è ancora più di un sacchetto e mezzo di semola pronta per essere cucinata con le 2 ricette stampate sulle confezioni...:D
Appena ho un attimo le scannerizzo e te le mando così ti tocca mettere le traduzioni per iscritto....:D

chiara ha detto...

cioe'....ma ti posso lasciare un commento per ogni dolce che vedo!!!
ma e' bellissimo...lo sai che a vederlo d'istinto pensavo fosse un baklava(non so se si scrive cosi') un dolce armeno col miele...
comunque questo sembra davvero strepitoso!

Luvi ha detto...

lo devo rifare... ora che me lo ricordi.. è un dolce da .. freddo..e da famiglie numerose :D

artemisia comina ha detto...

bellissimo